In primo piano

Intervista
a Luca Franco Ferrari
su
www.teatro.org
Ensemble Il Concento
1 luglio 2017 - MONTEVERDI NEL CHIOSTRO

Umbra Lucis Ensemble
ALLA BATTAGLIA! PROJECT - IV Edizione

Sabato 1 luglio 2017, ore 21:00
Chiesa del Carmine
Anghiari


MONTEVERDI NEL CHIOSTRO
Le Litanie della Beata Vergine alle Benedettine di Sant'Anna
Venezia, 1650


IL CONCENTO

Luisa Bagnoli, cantus
Silvia Piccollo, sextus
Camilla Biraga, altus
Federica Salvi, quintus
Sofia Pezzi, tenor
Barbara Nervi, bassus

Simone Pansolin, tiorba
Giacomo Biagi, violoncello
Davide Merello, organo

Luca Franco Ferrari, direttore


Info:
www.umbralucis.it
www.ilconcento.it


"La Musica di Claudio Monteverdi nel Monastero di Clausura benedettino di Sant’Andrea a Venezia"

Il monastero benedettino di Sant’Andrea, verso la metà del Seicento, era a Venezia uno tra quelli con più consorelle. Le monache infatti, proprio grazie all’isolamento della clausura, si erano salvate dalla terribile epidemia di peste che colpì Venezia negli anni ‘30 del XVII secolo.
Potendo contare su molte novizie provenienti dalle più importanti famiglie della nobiltà lagunare (spesso dotate di vero e proprio talento letterario, artistico e soprattutto musicale) all’interno del monastero si poté sviluppare una cappella musicale di altissimo livello in grado di eseguire, durante le varie liturgie quotidiane, partiture di estrema difficoltà.
Tra i molti autori che per tutta la prima metà del seicento avevano operato a Venezia Claudio Monteverdi, morto oramai da sette anni, godeva ancora di moltissima fama, e prova ne è la pubblicazione postuma, proprio nel 1650, della sua raccolta Messa a quattro voci e Salmi.
All’interno della pubblicazione spiccano per intensità e bellezza le Litanie della Beata Vergine a sei voci, che facilmente si potevano inserire nell’ambito della devozione mariana (assolutamente centrale per le monache benedettine) tra la preghiera dei Vespri e quella della Compieta.
Il Concento propone l’esecuzione filologica, secondo la prassi in uso nei monasteri femminili dell’epoca, delle Litanie, unitamente ad altre composizioni monteverdiane come il grandioso Magnificat a sei voci tratto dalla celebre raccolta Sanctissime Virgini Missa senis vocibus: ac Vesperae pluribus decantande (1610), ove è contenuta anche la musica del monumentale Vespro della Beata Vergine.

 
Intro

La denominazione Il Concento scelta per il nostro ensemble deriva dal sostantivo latino concentus (“armonia di più voci”), che rimanda a un aspetto fondamentale della nostra prassi esecutiva: l’assieme.

Il termine concentus, infatti, sottolinea il piano dell’esecuzione e richiama l’assieme realizzato da voci e strumenti, e all’imprescindibile fase della ricezione e della fruizione dell’opera musicale da parte del pubblico.

Nella scelta di un nome, quindi, sta l’essenza stessa della musica, la cui natura si realizza a pieno nell’”incontro” non solo fisico, ma anche emotivo, tra chi la esegue e coloro ai quali l’esecuzione è destinata.

 
Increase Font Size Option 7 Reset Font Size Option 7 Decrease Font Size Option 7
  • Discografia
  • Discografia
  • Discografia
  • Discografia
 

Al fine di fornire una migliore esperienza di navigazione, questo sito utilizza cookies. Utilizzando il sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Per sapere di più sull'uso dei cookie e sul modo per rimuoverli, si legga la Cookie Policy.

Cliccare su 'Accetto!'' per accettazione

EU Cookie Directive Plugin Information